Padova, Lisbona e ritorno: il patriarca Clemente visita il carcere

 

 

Caso, congiuntura, provvidenza… vogliamo chiamarla coincidenza significativa? Vi avevamo appena raccontato del viaggio del nostro presidente Nicola Boscoletto a Lisbona per il XVI European Prison Regime Forum, caratterizzato tra l’altro da un caloroso incontro fuori programma con padre Pedro Quintela e la sua comunità Valdacór. Un incontro che stava già svluppandosi con il fiorire di nuove collaborazioni tra Padova e la capitale del Portogallo.

 

Appena il tempo di tornare a casa e giunge una telefonata dalla basilica del Santo. Il patriarca di Lisbona, Manuel José Macário do Nascimento Clemente è a Padova e verrebbe volentieri in via Due Palazzi a visitare le lavorazioni di Officina Giotto.

 

Una visita graditissima, lunedì 7 aprile, sotto il segno di sant’Antonio e accompagnata dalle immagini della recente trasferta portoghese. Il patriarca Clemente ha visitato il call center, i laboratori di biciclette, valige, business key, si è soffermato in cucina e in pasticceria e si è intrattenuto a colazione con i detenuti lavoratori e con gli operatori del consorzio. Assieme a lui, il direttore del carcere Salvatore Pirruccio, il rettore della Basilica del Santo padre Enzo Pojana e alcuni frati del Santo.

 

A tavola monsignor Clemente ha ascoltato le esperienze dei nostri lavoratori e poi ha voluto ringraziare tutti con un brevissimo intervento in cui ha sottolineato il valore del lavoro. «Finora avevo solo sentito parlare di voi, adesso ho visto. E di fronte a ciò che si vede uno capisce che si può fare». Anche in Portogallo, assicura monsignore, nonostante la crisi ancor più forte che in Italia.

 

Saluti finali con doni: i dolci di Antonio, illustrati dal maestro di gusti Matteo Florean, direttore della Pasticceria Giotto del carcere, con le loro simbologie e gli ingredienti che rimandano al medioevo, ma anche una formella in ceramica con le immagini di Giotto e una mega-colomba da tre chili.

 

Conclusione con le immagini dell’ostensione nel 2010 delle spoglie mortali di sant’Antonio, in un suggestivo video realizzato da Giovanni Boscolo, inframmezzate dal pellegrinaggio cella per cella delle reliquie del Santo, nel giugno di 2008. Da Lisbona a Padova la strada è sempre più breve.

 

 

LE IMMAGINI DELLA VISITA

 

 

 

< Torna indietro